Comune Arba indietro 
  Comune Arba Home page / Paese / Arte e Cultura
La chiesa di San Michele

La chiesa di San Michele

 

luoghi di culto ad Arba

   
 

La Chiesa parrocchiale di Arba è un edificio di tipo neoclassico costruito intorno alla metà dell'Ottocento (iniziato nel 1836, consacrato nel 1857 benché non ancora compiuto e ampliato nel 1861); è statoChiesa di Arba restaurato nel 1921. L'interno ad unica navata è piuttosto ampio e luminoso.

Il presbiterio è dominato dall'altar maggiore eseguito da Giacomo Contiero (1751-57) padovano abitante in Udine: intagliate con gusto e abilità le due statue degli angeli Raffaele e Michele, elegante il paliotto con angeli adoranti l'Eucarestia in bassorilievo.

Tre pale d'altare, d'autore ignoto, due appese all'arco trionfale (Madonna del Rosario e S. Giuseppe, il Bambino e angeli) ed una vicino alla porta sinistra d'ingresso (Crocifissione con Padre Eterno, Spirito Santo e Santi), oltre al fonte battesimale, (XVI secolo, semplice fattura), sono il ricordo della precedente chiesa.

La nuova è stata dipinta nel soffitto della navata dal pittore friulano Pietro Sopracasa nel 1921 con un grande affresco (La caduta degli angeli ribelli) affiancato da due riquadri di minor dimensione e medaglioni contenenti i quattro Evangelisti.

Molte opere del pittore milanese Giuseppe Latel risalenti ad una cinquantina d'anni fa: nel coro Natività, Ultima cena e l'Immacolata, nell'aula Ingresso in Gerusalemme e scene simboliche. Dei quattro altari laterali, due sono di tipo neoclassico e risalgono al 1891 ed al 1902, gli altri sono di un blando barocco.