Comune Arba indietro 
  Comune Arba Home page / Rassegna stampa
Diga, progetto devastante

Diga, progetto devastante

 

19 marzo 2005

   
 

ARBA Il Comune ha emesso una nota per continuare a osteggiare l'opera «Diga, progetto devastante»

Arba

 Dopo che il consiglio comunale di Cavasso Nuovo ha approvato all'unanimità un ordine del giorno nel quale viene auspicato, col contributo di tutti gli enti locali interessati - e magari la regia della Comunità Montana - la predisposizione di uno studio sull'impatto ambientale della diga di Colle, ieri l'Amministrazione di Arba ha dato il via a una nuova iniziativba. Il Comune infatti ha emesso una nota dall'emblematico titolo "Salviamo Colle da un progetto devastante" e ha pure pubblicato sul sito comunale www.comunearba .it delle elaborazioni del sito dove dovrebbe sorgere lo sbarramento. Torna dunque di attualità il problema della diga che tante polemiche ha sollevato negli ultimi anni. «Il Piano di Bacino per la sicurezza idraulica del Livenza che è stato approvato nel febbraio del 2003 prevede come primo intervento strutturale, per la difesa della pianura dalle alluvioni, la realizzazione di un imponente sbarramento sulla stretta di Colle immediatamente a monte del ponte» - si legge nella nota diffusa da Comune. Si tratterebbe di una diga alta circa trenta metri che formerebbe un bacino temporaneo in grado di contenere fino a quaranta milioni di metri cubi d'acqua. Le preoccupazioni di chi vive nei paesi vicini a questo manufatto sembrano legittime e ben rappresentate dalle foto pubblicate nel sito. Ma non è tutto. Il Comune infatti sta sta raccogliendo in queste settimane elementi di rafforzamento all'opposizione del progetto della diga, nella profonda convinzione che altri interventi di minor impatto ambientale potrebbero garantire il raggiungimento dei medesimi obbiettivi di salvaguardia dei territori di pianura dalle alluvioni». L.P.

Fonte: www.gazzettino.it